24/05/20

riccardo cavallo


a te la linea: vai con la scheda.
Nonostante l'amenità ingannevole del package il supporto o contenitore offre resistenza - una barriera di ostilità dissimulate. Scrivere (di musica) come se si componesse musica. Scrivere come se si componesse musica (Novalis). Senza pentagramma: solo righe. Qualcosa si allevia sempre di più, fluttua alleggerendosi per strade luminose, penombre, notti insondabili, nelle quali nulla si vede ma qualcosa si sente... tutto il jazz minuto per minuto. Da Schopenhauer a Nietzsche, nonché Schoenberg ed Adorno, l'infinita passeggiata da fermi della cosiddetta avanguardia musicale. Il rock eccetera: fra le allucinazioni cosiddette generazionali. Il jazz, e quello che vi sta intorno, non è tutto: è molto di più; Lester Bowie, Roscoe Mitchell, Malachi Flavors, Fontella Bass, Jarman, Braxton, Davis, Taylor, Sommers, Coleman, Mingus, in ordine alfabetico, cronologico, enciclopedico, in tutti i disordini possibili... Il panorama compositivo andrebbe da Mozart fin oltre Ravel e Stockhausen. Bussotti giustamente asserisce che un'opera deve stare tutta in un foglio. Parole non ci appulcro. Ma per non fare della letteratura da tinello (la felice definizione è di Arbasino, La repubblica) è meglio tener fermo che la musica non salva nessun fenomeno, in divina grazia: ci è, nel senso di essere, di essere noi, sempre che vi sia qualcuno o qualcosa; se c'è, appunto, che altro non si sente (né si vede).

17/11/91







16/05/20

yves klein






Yves Klein realizing a Fire Painting (F 25), March 6 1961






Transfer of a "Zone of ​​Immaterial Pictorial Sensibility" 
Pont au Double, Paris, 10 février 1962






Zone de sensibilité picturale immatérielle - Sale to Dino Buzzati, Paris, 26.1.1962





from "anthropometries" series




cosmogonie









christo : wrapped woman


Christo, "Wrapped Woman", Yves Klein apartment, 14 rue Campagne-Première, Paris


























06/05/20

paul klee notebooks


Paul Klee Notebooks:
vol. 1: The Thinking Eye
vol. 2: The Nature of Nature

and more : monoskop.org

see also: openculture.com







20/04/20

riccardo cavallo : rinvii


Si chiuse il portello alle spalle, concentrandosi sull'acustico pieno di storie (hirondelles, ricapitolò pensoso, che ho fatto, che ne so, ho scritto dei fogli, matrici per un rondeau). Era già un remake, già ben prima di tutti gli inizi e tutte le partenze, lo spazio si dischiudeva su di una superficie bidimensionale: una discreta citazione botticelliana, il ruscello, la scanalatura vulvomorfa. Le frasi di partenza e di arrivo sono esclusivamente luoghi di passaggio, il loro intervallo non è euclideo. Frasi come: un rondò è una poesia di forma fissa in tredici versi su due rime, con una pausa al quinto ed all'ottavo verso, in cui la o le prime parole si ripetono dopo l'ottavo o dopo il tredicesimo verso senza essere di per sé dei versi. Chi è capace di sedere in questo modo, vale a dire al di sopra del desiderio, della materia e della non materia, ha l'approvazione di quello che è venuto. Questa natura, non dualistica, è detta essere la vera natura, che non può essere contaminata dal male né attaccata dal bene. Quando fissate la vostra mente su cose malvagie allora sorge l'inferno. Le fonti del male sono la rabbia, il desiderio, l'illusione. Attraverso l'altrui figura è intorno a sé stesso che gira, da sé a sé, approdando al letto incantato della leggenda. Solo in un angolo, nudo sporco e logoro un materasso coperto di polvere. Mi dispiace, maestro, di avervi fatto fare un lungo viaggio chiamandovi qui così da lontano. Le pareti non hanno alcun bisogno di essere dipinte perché il sutra dice che tutti i fenomeni sono illusori e transitori. Mantenne una radente luce lunare, sui fenomeni (illusori e transitori, si era detto) circostanti, giungendo a comprendere come attraverso canali doppi, o doppi che fungevano da canali di trasmissione, circolassero messaggi, frammentazioni e dettagli irreconducibili ad un insieme. Si accontentò di compilare i rinvii: non dovendo discolparsi di alcunché non raccontò nulla, pur lavorando ad un romanzo brillante, nel senso di un ricercato splendore minerale, tutto in bianco nella sua folgoranza di splendore - la posizione del redattore del testo mediale fra l'ascolto e la sua intonazione, vocale o grafica che fosse, il tempo un confuso giustapporsi di sequenze comiche, le cui coordinate si identificavano con i vertici dell'inutilità e con l'entropia tendente ai massimali, precipitati improvvisi di disordine. Non sapendo se vi fossero e quali dei in un dettaglio, seppe ugualmente che in quello si trovava un di più senza termini di paragone, che non è un oggetto.







18/04/20

i'mage il viaggio dell'eroe / ilaria restivo



§

I'mage, il viaggio dell'eroe / ilaria restivo from differx on Vimeo

*
Performance di Ilaria Restivo. Video proiettato il 23 ottobre 2019 in occasione della serie di eventi, mostre e performance "Doppia coppia", presso lo Studio Campo Boario (Roma), a cura di Alberto D'Amico.

14/04/20

stay home stay safe and grab tons of pdfs






original bauhaus books & journals for free
gropius, klee, kandinsky, moholy-nagy & more





dadaist magazines from the the digital dada archive 
(plus other avant-garde books, leaflets & ephemera) 






one star press :





poor old tired horse (1962-68) 







l’intervallo di antonio syxty: puntata dedicata a fabio lapiana