18.6.07

Riccardo Cavallo: Seguita da: breve nota su Arianna

adìos sharzad.niente più racconto e non possono più punirti,più niente da inventare se non il volgere le spalle alla camera delle meraviglie,dei giochi perduti e dei ricordi.e mnemosine rimane pur sempre di natura titanica,finanche nello svanire sul fondo della figurina che simula un congedo,una lontananza messa in atto senza più canti o gesti-di svariati fantastiliardi a glossarsi in futuro almeno due le quaestiones,qui:come dire che il filo che strozzò fedra in un’epifania del desiderio sospeso per sempre è lo stesso che “salvò” arianna e teseo-ed è poco ancora che qui s’inizi ad accennare alla ambivalenza dell’idea stesse-ma non solo dell’idea di salvezza –tutto avviene nel retro aggrovigliato e contorto di un arazzo,o a dirne di più,nel retrofondo oscuro del linguaggio-in secundis se l’offrirsi ed il sottrarsi della figura non si confondano oltre il sopportabile ed il sostenibile fra la backdoor beauty di watteau già citata[compostxt ] e quest’indecifrata bambola che fa sembiante di […]



Laura Silvestri: Canti di lontananza