11.4.07

Della composizione


gli stessi lineamenti umani - un particolare ingrandito - il mutamento è uno soltanto - identico - ancor prima di saperlo - solo cornici o montature - anch’esse parte di un viaggio - quel disegno col pesce al centro si può manovrare su diversi registri - parlati - a tratti - completati - fin dal titolo - scritto ancora prima di scrivere - un oggetto che tuttavia eccede come pezzo di composizione - esposizione - parlando darsi torto - lettere - incipit già scritti - corpi tirati a secco - cosa accade quando un plus valore si dissolve - offerta agonistica che specula su un meccanismo di cui l’autore è solo strumento - poi l’epilogo - per uniche straordinarie avanguardie - righe apparenti - appartenenti - semplici - tirate delle righe - per meccanismo interposto - sopra - il discorso - corpo estraneo di una parola di una didascalia di un altro ritratto - domanda che può essere ripetuta - pista - grafo o traccia - costretti alla chiacchiera - due pagine unite tra di loro - zoo - un’ultima parola - poi - la firma - anch’essa tronca - dal suolo - da un abisso - emergono pezzi di parole da continuare all’infinito - dislocate - dissociate - disunite - sfalsate - interrompere la struttura di manutenzione del testo - un autoritratto - altra strana manifattura inganna l’osservatore invertendo l’orientamento delle mani - in ritardo sul culmine del testo - esibirlo come altro ma senza conclusione apparente - tirato soltanto un filo a riprodurre sullo sfondo una scena una sola volta - un ritaglio - cucito - ricomposto - penetrato - come una narrazione che può svolgersi - tutto funziona - o comincia a funzionare - quasi spontaneamente - dalla manoscrittura le limitazioni del ritmo della scrittura e perfino - qui calcolata - della cancellazione - descrivere chiaramente non può bastare - dopo averlo messo in trappola - il testo - dopo avergli messo il morso - valutare l’economia dei mezzi - per esempio - amati a parole ingannati ancora - in altra lingua - fatto d’esprimere trame nel corso d’una programmatica formale - non proprio una identità - paradosso che assorbe lo spazio della voce in mezzo a mutilazioni - a testualità prive di mondi che - nondimeno - riguardano l’autore - una teoria del ritratto - la forma - il chiasmo - il colore non detto non parlato - eseguito - di colpo - a blocco dentro o fuori la lingua - assomiglia ancora a un grido informe - a una protesi aggressiva destrutturata sui due lati di una linea di frattura - nel culto del ricordo i tratti procedono a scosse - la mano ripiegata - la testa inclinata - le dita a sostegno d’un minimo moto - un testo senza più ombra di cosa in sé - a contatto con quello che incide - che attua ai limiti - sulle linee di struttura - di scontro