22.7.13

roberto cavallera-Festival del primo romanzo-cap 4 e 5


cap. 4







nel procedere si ferma qua e là parlando amichevolmente al popolo che s'avvicina, poi, con un mormorio dalla prima fila, un freddo se li tocchi, nuotano tenendo intelligenze severe, arrivano fino alle stanze e sul piano faticano a sbrigare, scenderanno solo la sera







cap. 5







l'abbondanza al balcone tenuta su dagli occhi di giovani curiosi. erano molti e tra le vie ripide comunicavano a fatica. usavano guanti per via dei germi s'infilavano tra amache e giacigli perché piaceva così. tradite cento e cento volte intanto si guardavano amare incuranti menavano una pena ne palpavano l'estrusione. la prima colonia intanto schiamazzava sulle scale perché davanti o dietro era lo stesso, antiretorico l'amplesso