16.6.08

Alessandra MR D'Agostino


8558

zio santino aveva la pelle viola e spessa che, vista allora, sembrava quella di personaggi da andersen. girava per la cascina con addosso sempre la stessa camicia a quadretti. raccontava di tutto, anche dei vecchi amori, a noi piccoli, a noi che degli amori, allora, capivamo un acca. quando finiva noi femmine, coi capelli stretti in lacci colorati, assalivamo il cugino amato, con preghiere di sposarci.